Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Presentazione ufficiale onA.I.R.

12 settembre 2012 - Camera dei Deputati di Palazzo Marini a Roma 

Cliccando qui poterete accedere direttamente alle foto, ai video e alla trascrizione degli interventi della giornata!

Guarda {rokbox title=|Conferenza di Presentazione onA.I.R. - Associazione Internazionale di Respeaking| text=|il video intero| size=|854 505|}http://www.youtube.com/watch?v=E2ZyVSfw4io&list=UUjEu19z-bJXU5oSOa41txEQ&index=2&feature=plpp_video&autoplay=1&fs=1&color1=0x5d1719&color2=0xcd311b&hd=1&border=1{/rokbox} o il video di ogni singolo intervento

 Il 12 settembre a Roma, nella prestigiosa location della Sala delle Colonne di Palazzo Marini si è tenuta la conferenza di presentazione dell’Associazione Internazionale di Respeaking onA.I.R. 

 Questa giovane e innovativa realtà è guidata da giovani intraprendenti e capaci. Come illustrato dalla Presidente, la dott.ssa Francesca Marchionne, onA.I.R. è un’Associazione di respeaker, studiosi, non udenti, professionisti, studenti, giovani respeaker in formazione e curiosi.

 L’Associazione punta all’eccellenza nell’ambito dell’accessibilità degli stranieri e dei non udenti ai servizi e ai mezzi di comunicazione di massa. Si occupa principalmente di respeaking e mira a espanderne progressivamente e in maniera efficace l’utilizzo in Italia e all’estero.

 In quest’ambito, come ha ricordato l’On. Mario Mauro in un video messaggio, onA.I.R. è già da qualche tempo attiva con il rivoluzionario progetto OltreSuoni che propone la sottotitolazione in tempo reale di una web radio, grazie a uno straordinario intrecciarsi di tecnologia, ricerca e solidarietà.

 Come ha illustrato il responsabile risorse umane, il professor Carlo Eugeni, si sottotitolano in particolare alcune rubriche di interesse generale. A questo si è provveduto ad aggiungere una chat tramite la quale è possibile interagire con lo speaker e con il respeaker. L’uso del respeaking e le sue innovative applicazioni, però, non finiscono qui. Questa tecnologia ha, infatti, potenzialità applicative immense che vanno dalla televisione, dove è già usata, alle conversazioni telefoniche, le riunioni, le lezioni universitarie rendendo così immediatamente fruibile la vita quotidiana delle persone svantaggiate dal punto di vista sensoriale e/o linguistico.

 A dimostrazione della fattibilità di questa visione, l’intera conferenza è stata sottotitolata da una respeaker professionista, Erika Orlando, assistita dal suo collega Claudio Russello, anche lui respeaker professionista. Quindi le parole dei conferenzieri sono state fedelmente riportate su uno schermo, così da permettere a tutti, udenti, stranieri e sordi, di seguirla contemporaneamente. La vice presidente onA.I.R., la dott.ssa Tiziana Trapani, ha inoltre illustrato altri rivoluzionari, ma allo stesso tempo concreti progetti che bollono nel pentolone dell’Associazione, quali la sottotitolazione interlinguistica in tempo reale. Per fare ciò ci si avvale dell’aiuto di eccellenze tecniche e lavorative nel campo della traduzione interlinguistica, interpreti professionisti con un’adeguata preparazione nell’attività di respeaking, già difficoltosa a livello intralinguistico. Altro progetto dalle  smisurate implicazioni è P.A.Li.O.S.S. (acronimo di Piattaforma per l’Accessibilità alla Lingua Orale per Sordi e Stranieri) che mira alla creazione di  una piattaforma on-line a cui sordi e stranieri possono rivolgersi per richiedere vari tipi di servizi, come la traduzione simultanea, la sottotitolazione in tempo reale di una conversazione telefonica, l'interpretariato LIS ecc. Un ultimo progetto di recente partenza è poi la sottotitolazione della web TV Libera, che avrà un canale interamente gestito da onA.I.R. contenente tutti filmati più visti sottotitolati per i non udenti.

 Anche il mondo dei resocontisti, dei trascrittori e degli stenotipisti si sta avvicinando a questa pratica, pensandola come un’arma in più che il progresso mette a disposizione per affrontare sempre più numerose sfide del settore, come spiegato dal perito trascrittore Francesco Cellini.

 Tra i progetti ancora non messi a punto, ma che rientrano sempre nell’ambito dell’Associazione, c’è l’intento di promuovere il respeaking presso istituti superiori socio-psico-pedagogici e gli uffici per la disabilità delle Università al fine di garantire l’accessibilità alle lezioni di ordine e grado.

 Il sottotitolaggio delle lezioni universitarie, che permette agli studenti sordi la piena integrazione nella classe universitaria, è un altro ambito molto concreto in cui il respeaking può fare miracoli. Grazie a questa applicazione gli studenti non udenti potranno, infatti, simultaneamente seguire la lezione e porre domande o esprimere la propria opinione, come sottolineato dal dottor Giacomo Pirelli, non udente e Responsabile della Comunicazione con le Associazioni. Durante la conferenza ha dato dimostrazione della vocazione universale dell’Associazione preoccupandosi di rendere accessibile a un pubblico di udenti la sua presentazione sulle esigenze e le difficoltà delle persone sorde nella vita di tutti i giorni.

 Il tema delle lezioni universitarie è stato ripreso anche dalla professoressa Franca Orletti, coordinatrice del Master in Scrittura, Traduzione e Comunicazione nelle professioni del Web, del Cinema e della Televisione dell’Università di Roma Tre. Riguardo i rapporti fra oralità e scrittura e inclusione sociale, l’università si proporrà, in collaborazione con onA.I.R., di formare esperti in comunicazione e in respeaking, poiché la presenza del respeaking garantirebbe un ampliamento dell’accessibilità delle lezioni universitarie mettendo in rete le trascrizioni delle lezioni stesse.

 Il dottor Giovanni Polidoro, esperto legale, ha infine affrontato il discorso dell’accessibilità ai mezzi di comunicazione di massa da un punto di vista legislativo, con particolare riferimento alle misure di tutela per le persone portatrici di disabilità sensoriali. Ha sottolineato, per esempio, come la RAI, a causa delle lentezza e dell’inadeguata normativa in materia, escluda i sordi da troppo tempo non solo da un’informazione corretta e attendibile, ma anche dalla maggior parte dell’intrattenimento che il servizio pubblico offre, contrariamente a quanto si verifica in altri paesi.

 La conferenza è stata coronata dal conferimento all’ing. Giuliano Pirelli della Presidenza Onoraria dell’Associazione onA.I.R. Tale carica gli è stata assegnata direttamente dalla Presidente per aver inventato il respeaking nel 1996, essendo stato il primo nel mondo, all’interno del progetto scientifico VOICE della Commissione Europea, ad avere avuto l’intuizione di utilizzare i primi, rudimentali software di riconoscimento del parlato continuo per sottotitolare in tempo reale eventi che altrimenti sarebbero stati preclusi a persone che non riescono a intendere, per motivi linguistici o sensoriali, il testo di partenza.

 La conferenza ha visto la partecipazione di numerosi rappresentanti delle istituzioni nazionali e internazionali, delle rappresentanze dei sordi, del mondo tecnologico e professionale e della ricerca. Questo dà la dimensione della neonata onA.I.R., che ha come missione quella di dare alle persone con difficoltà di comunicazione, come sordi e udenti immigrati, la possibilità di partecipare a molti altri tipi di eventi, da cui sono generalmente esclusi, compiendo così un ulteriore significativo passo verso la loro totale integrazione nella società.


Elena Graziosi

Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tutto sul Respeaking (clicca sull'immagine)


Dalla rivista on-line "Specializzazione" dell’Istituto IDI-INFORMATICA
e dell’Accademia Giuseppe Aliprandi - Flaviano Rodriguez,
"Numero Monografico sul Respeaking"
a cura di Carlo Eugeni e Luigi Zambelli, maggio 2013.

www.accademia-aliprandi.it

Contattaci