Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Tratto da: EFHOH - History of the European Federation of Hard of Hearing People, pag. 28-29

 

 onA.I.R. – Organizzazione Internazionale di Respeaking – è la naturale prosecuzione del progetto VOICE del CCR della Commissione Europea, il primo a sviluppare la tecnica del respeaking per produrre sottotitoli in tempo reale per non udenti per la televisione. Il presidente onorario di onA.I.R., Giuliano Pirelli, garantisce questa continuità offrendo il suo continuo sostegno e la sua esperienza in qualità di ideatore e coordinatore del progetto VOICE. onA.I.R. è un’organizzazione non profit che promuove attività sociali, educative, culturali e ricreative tramite sottotitoli per non udenti realizzati con la tecnica del respeaking. Il suo obiettivo è di ridurre il gap esistente tra persone udenti, non udenti, con difficoltà uditive e straniere offrendo accesso diretto in tempo reale alle informazioni tramite respeaking. A tal fine l’Associazione organizza corsi di formazione, dibattiti, incontri, seminari e convegni sul respeaking e sulla sottotitolazione per non udenti. Produce anche sottotitoli, sia in tempo reale che in differita, per programmi televisivi in diretta e registrati, film, spettacoli teatrali, concerti e altri eventi dal vivo. onA.I.R. collabora anche con altre associazioni e organizzazioni non profit per diffondere il respeaking in quanto tecnica che contribuisce a un maggior coinvolgimento di non udenti e stranieri nella società in cui vivono. L’Associazione con cui collabora di più è TDM 2000, un’organizzazione non profit per la promozione della cittadinanza attiva, del dialogo interculturale e dell’identità europea. TDM 2000 realizza varie iniziative, quali incontri, corsi di formazione, seminari e programmi di volontariato in Sardegna e all’estero. Queste attività vengono realizzate grazie ai più importanti programmi di mobilità internazionale, quali “Youth in Action”, “Leonardo da Vinci”, “Erasmus for entrepreneurs” e “Anna Lindh”. Nel 2008 TDM 2000 ha creato una rete internazionale chiamata TDM 2000 International che ora comprende 15 paesi. Il primo progetto in collaborazione con TDM 2000, OltreSuoni, è un progetto pilota che si occupa a livello sperimentale dell’applicazione del respeaking per la sottotitolazione in tempo reale di programmi radio.

 Nel dettaglio i soci di onA.I.R. sottotitolano “RadioXCaso”, la webradio di TDM 2000, in tempo reale dall’italiano all’italiano. Di conseguenza udenti, non udenti e stranieri possono seguire alla pari i contenuti culturali, sociali, sportivi e politici di “RadioXCaso” sul suo sito internet con sottotitoli in diretta. Nella fase sperimentale tre diversi gruppi di volontari – udenti italiani, non udenti italiani e udenti stranieri – hanno “ascoltato” i contenuti di RadioXCaso per sei mesi. È poi stata analizzata la comprensione di ciascun gruppo tramite questionari incentrati sulla comprensione, la ricezione e la percezione, così da poter valutare l’efficacia del progetto, il cui obiettivo principale è di contribuire all’inclusione di stranieri e non udenti nella comunità in cui vivono. Possono anche interagire attivamente con il resto della popolazione in un apposito forum. Questo forum non permette soltanto l’interazione tra i partecipanti al forum stesso, ma esercita anche un’influenza sui contenuti della radio. I sei mesi di sperimentazione hanno dimostrato al comitato scientifico quanto siano utili i sottotitoli per la radio e in quale misura l’esperimento possa essere ripetuto in altri settori della cittadinanza attiva, quali la protezione dei diritti dei non udenti, l’etica dell’uso di forum sociali e soprattutto la sicurezza dei cittadini in caso di emergenza. Sono tutti aspetti che le trasmissioni radio tradizionali non sono in grado di garantire. Anche se comprensione, ricezione e percezione dei contenuti di RadioXCaso non vengono più analizzati, il progetto continua. I sottotitoli per la radio sono realizzati dai soci di onA.I.R. da una postazione remota, la tecnologia viene messa a disposizione dalla software house italiana SyNTHEMA, che supporta il progetto con un software online accessibile da web. Il software è accessibile da qualsiasi postazione mobile collegata a internet grazie a un’apposita piattaforma online fornita dallo stesso server. Sul lato client l’utente detta il testo da sottotitolare al software di riconoscimento del parlato disponibile sulla piattaforma online. Il programma trasforma automaticamente l’input vocale in un testo scritto che viene automaticamente inviato alla finestra dell’editor, che eventualmente lo modifica e invia poi i sottotitoli al sito web della radio, così che i sottotitoli siano immediatamente disponibili per gli utenti della radio. Il progetto non è stato rivoluzionario solo perché è stato il primo a eliminare le barriere della comunicazione radio, ma anche perché ha spianato il cammino a una nuova forma di social networking, mettendo tutti i membri della società nella posizione di discutere alla pari: italiani e stranieri, persone udenti e completamento o parzialmente non udenti.

 

Giuliano e Giacomo Pirelli

Traduzione di Cristina Tabbia

Tutto sul Respeaking (clicca sull'immagine)


Dalla rivista on-line "Specializzazione" dell’Istituto IDI-INFORMATICA
e dell’Accademia Giuseppe Aliprandi - Flaviano Rodriguez,
"Numero Monografico sul Respeaking"
a cura di Carlo Eugeni e Luigi Zambelli, maggio 2013.

www.accademia-aliprandi.it

Contattaci