Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 


 Le nostre attività si rivolgono a una vasta cerchia di persone che per motivi sensoriali o linguistici si trovano in una situazione comunicativa svantaggiata: i Sordi segnanti e oralisti, gli immigrati e gli stranieri in generale. Secondo l'Associazione Italiana per la Ricerca sulla Sordità (AIRS), in Italia tra i 10 e i 15 milioni di persone soffrono di problemi di udito, di cui circa la metà (7%della popolazione italiana) non riesce a percepire correttamente le frequenze della voce. Secondo studi dell'Unione Europea, questo dato è destinato a crescere in tutto il mondo industrializzato a causa dell'aumento della diffusione del rumore nell'ambiente di lavoro, nelle città e nella vita privata. Secondo l'Istat, la popolazione immigrata e stabilmente residente in Italia tocca ormai l'8% del totale della popolazione nazionale residente (circa 5 milioni). Anche questo dato è destinato a crescere. Inoltre, dai dati della Banca d'Italia emerge che nel 2010 hanno trascorso almeno una notte in Italia 44 milioni di turisti stranieri. A questi si aggiungono gli studenti Erasmus e degli altri progetti di mobilità, i volontari europei e gli stranieri non residenti per un ulteriore milioni circa di persone. Per tutte queste persone, per cui l'accesso alla comprensione della lingua orale risulta nella maggior parte dei casi ostacolato se non addirittura impedito, una forma di trascrizione simultanea o a posteriori è la soluzione più immediata, efficace ed economica per raggiungere più agevolmente a una piena integrazione nella comunità.

Il rispeakeraggio televisivo per sordi

Tutto sul Respeaking (clicca sull'immagine)


Dalla rivista on-line "Specializzazione" dell’Istituto IDI-INFORMATICA
e dell’Accademia Giuseppe Aliprandi - Flaviano Rodriguez,
"Numero Monografico sul Respeaking"
a cura di Carlo Eugeni e Luigi Zambelli, maggio 2013.

www.accademia-aliprandi.it

Contattaci